La Doma Classica Italiana

 
E' una disciplina di completo di equitazione classica che si compone di 2 diverse specialità entrambe a giudizio, da eseguirsi in prove individuali:
1. Prova dressage
2. Prova di Precisione
Ogni prova ha una sua classifica, per cui possono essere eseguite indipendentemente l'una dall'altra. Chi esegue entrambe le prove realizza il completo di doma classica, la cui classifica è data dalla somma dei punteggi conseguiti dallo stesso binomio nelle due diverse specialità.

 

 

Specifiche delle singole prove:

Prova di dressage

 

Specialità “a giudizio” non “a tempo” senza ostacoli;

in essa si vuole evidenziare il rispetto formale nell’esecuzione dei movimenti dell’equitazione classica nella sua espressione pura.

Da realizzarsi in un campo rettangolare di dimensioni 20x40 ml oppure 20x60 ml dotato di lettere come da regolamento dressage. La prova, detta anche “ripresa”, consiste nell’effettuare una sequenza di prescritti movimenti di equitazione classica elencati in una specifica scheda a ciascuno dei quali verrà attribuito un punteggio. Sono previsti anche punteggi d’insieme a carico del binomio in gara sull’analisi di caratteristiche specifiche dell’intera ripresa. Gli eventuali errori prevedono l’attribuzione di un punteggio negativo. Il punteggio totale inserito in classifica sarà la sommatoria di tutti i punteggi conseguiti.

(Regolamento 2018 come Dressage FISE)

 

Prova di precisione

 

Specialità “a giudizio” non “a tempo” con ostacoli o “difficoltà”; in essa si vuole evidenziare il rispetto formale nell’esecuzione dei movimenti rivolti al superamento di specifiche difficoltà.

Trattasi d’ esercizi di equitazione classica, abbinati al superamento di alcune difficoltà (ostacoli) posti in campo gara.

Da realizzarsi in un terreno delimitato di dimensioni variabili ma sufficientemente esteso per garantire la sistemazione di elementi costituenti gli ostacoli o “difficoltà” e l’esecuzione in sicurezza di un percorso che prevede l’attraversamento di esse da parte dei binomi in gara. Le difficoltà utilizzabili sono omologate dal presente regolamento e di numero variabile.

La prova, detta anche “ripresa”, consiste nell’effettuare il superamento di una sequenza di prescritte difficoltà elencate in una specifica scheda per ciascun superamento verrà attribuito

un punteggio. Sono previsti anche punteggi d’insieme (tipo scheda dressage) a carico del binomio in gara sull’analisi di caratteristiche specifiche dell’intera prova. Il punteggio totale inserito in classifica sarà la sommatoria di tutti i punteggi conseguiti.

Dal 2018 sono state omologati dei tracciati di precisionbe standard per le categorie E, F, M, D e S.G. (vedi "Regolamenti")